Archivos de la categoría ‘Italiano’

Proverbio hindú.

Publicado: Lunes, 2 enero, 2012 de normagomeztomasi en Castellano, Deutsch, English, Filosofía, Français, General, Italiano

“Pon tu sal en el agua.
Cuando se haya disuelto, ¿cómo habrá que llamarla?”.
La gente que busca nombres y etiquetas que les guíen por la realidad no comprenderá nada.

Put your salt in the water.
When dissolved, how will you call? “.
People looking for names and labels that are guided by the reality understand nothing

Mettete il sale nell’acqua.
Quando sciolto, come vi chiamate? “.
Persone in cerca di nomi ed etichette che sono guidati dalla realtà non capiscono nulla

Legen Sie Ihre Salz in das Wasser.
Wenn aufgelöst, wie werden Sie anrufen? .
Die Menschen auf der Suche nach Namen und Bezeichnungen, die von der Realität geführt werden nichts verstehen

Mettez votre sel dans l’eau.
Une fois dissous, comment allez-vous appeler? .
Les gens qui cherchent des noms et des étiquettes qui sont guidés par la réalité ne rien comprendre

Anuncios

Primo lungometraggio di Buenos Aires

Publicado: Domingo, 15 agosto, 2010 de normagomeztomasi en Italiano

Il 18 Luglio 1896 esegue il primo ruolo cinematografico nel paese. E ‘stato al Teatro Odeon.
Appena sette mesi erano trascorsi dal 28 dicembre 1895 quando i fratelli Lumiere hanno mostrato il primo film, considerata la data di nascita del cinema nel mondo.
I film sono stati filmati e rilasciato loro dai fratelli Lumiere, che erano documentari sulla vita quotidiana: la colazione dei bambini, l’uscita degli operai, l’arrivo alla stazione ferroviaria.
Questa ultima scena ha causato il panico tra gli spettatori in quanto sembrava che il treno avrebbe finalmente lasciare lo schermo.
Un uomo che era al secondo piano ha sofferto una tan grande impressione che si ha gettato lui sopra il pubblico, e per fortuna solo subito alcuni colpi

Celedonio Flores

Publicado: Sábado, 17 julio, 2010 de normagomeztomasi en Italiano, Tango
Etiquetas:, , , ,

Carátula de la partitura de "Margot"

Il 28 luglio 1947 morì Celedonio Flores, uno dei più grandi poeti che hanno preso il tango.
Era 50 anni e ha subito un attacco cardiaco nella sua casa di Palermo (Buenos Aires).
Era stato un pugile peso piuma sotto il nome di Kid Cele.
A 18 anni ha ricevuto un premio di $ 5 per il versetto “Per l’aspetto” in un concorso di poesia lunfarda organizzato dal giornale Ultima Ora.
Gardel lo canta per prima volta, cinque anni dopo al Teatro Empire con la musica scrita dal suo chitarrista José Ricardo sotto il titolo Margot.
Molte delle sue opere sono state scritte nel tovaglioli del Tortoni Café.

I più antichi quartieri di Buenos Aires

Publicado: Sábado, 3 julio, 2010 de normagomeztomasi en Italiano
Etiquetas:, , , , , ,

iglesia del Socorro, que da el nombre a uno de los más antiguos barrios de Buenos Aires. Está ubicada en Juncal y Suipacha y hoy popularmente se denomina Barrio Norte

Il 8 Luglio 1769 ha diviso la città di Buenos Aires in sei parrocchie che sono stati i primi quartieri della città. Stavano emergendo attorno alle chiese.
Quartiere, barrio in sapgnolo deriva dalla parola “barri” di origine araba che significa ciascuna delle parti che dividono le città più grandi.
Le parrocchie sono: San Nicolás, Socorro, Concepción, Montserrat, La Piedad e Catedral.

75 anni….

Publicado: Jueves, 24 junio, 2010 de normagomeztomasi en Italiano, Tango
Etiquetas:, , , ,

…di incidente che ha ucciso Carlos Gardel, Alfredo Le Pera, Guillermo Barbieri e Angel Riverol tra gli altri.
E ‘stato a Medellin, in Colombia, il 24 giugno, quando il decollo l’aereo che li trasportava, un 31 F della società SACO, si è schiantato sulla pista con un altro aeromobile -il Manizales-dalla compagnia SCADTA.

Machaq mara (anno nuovo in aymara)

Publicado: Martes, 22 junio, 2010 de normagomeztomasi en Italiano

Quando il primo raggio di sole trafitto la porta Tiawanaku, oggi, 21 giugno, ha iniziato il nuovo anno Aymara
Questa cerimonia ha avuto luogo per le terre sull’altopiano boliviano apparteneva a uno dei più lunghi culture vive del Sud America, che è stato sviluppato per 2.700 anni l raggiungendo il 1200 dopo Cristo.
Tiawanaku era la capitale di un grande stato di pre-Inca andina.
L’Anno Nuovo Aymara è una festa in famiglia, durante il quale la gente si riunisce per celebrare la rinascita della vita che spuntano dalla terra. Rannicchiato tra loro intorno al fuoco, passare la notte fuori dalla porta Tiawanaku in attesa che arrivi il primo raggio di sole per il giorno più corto dell’anno.
In questa cerimonia, canto, danza, mangiare, bere e simbolicamente bruciare tutti i negativi dell’anno precedente
La porta Tiawanaku è un calendario che segna il due solstizi e due equinozi del anno ed è stato costruito in quel luogo con attenta guida per il primo raggio di sole il primo giorno d’inverno passare attraverso la porta.
Fonte: Julian Varsavsky – Pagina 12 (supplemento Turismo 12)

Balvanera

Publicado: Lunes, 21 junio, 2010 de normagomeztomasi en Italiano, Más enlaces

mapa de Balvanera - Ciudad de Buenos Aires

Possiamo iniziare la sua storia nel 1799, quando Fray Damián Pérez, francescano, ha ricevuto una donaciones di terreni in cui il tempo più tardi costruì una cappella dedicata a Nostra Signora di Balvanera. Per lungo tempo, la cappella fornito alle necessità spirituali dei pochi residenti locali. Il 1 ° aprile 1831, il vescovo Mariano Medrano y Cabrera proceduto ad erigere la parrocchia di Nostra Signora di Balvanera, riconoscendo così l’importanza crescente Della zona. Cinque anni dopo la parrocchia aveva 3.635 abitanti. E nell’ambito degli attuali limiti del tradizionale quartiere la Piazza Miserere, il cui nome si riferisce al soprannome con cuale era conosciuto Don Antonio Gonzalez Varela, proprietario del terreno durante il XVIII secolo
La piazza è stata una tappa importante durante l’invasione britannica e da lì don Santiago de Liniers convocato la resa del generale William Carr Beresford.
Fonte: CEDOM

el choclo (tango)

Publicado: Lunes, 21 junio, 2010 de normagomeztomasi en Italiano, Más enlaces
Etiquetas:, , , ,

Secondo il racconto di Roberto Selles, questo tango da Angel Villoldo è stato rilasciato nel raffinato ristorante “The American” nel 1903, che si trovava in Cangallo (ora Juan Domingo Peron) 966. L’orchestra che l’ho giocato per la prima volta è stata quella di José Luis Roncallo, e questa musica divenne nota come “danza creola”, perché il tango era una cattiva reputazione in tale ambiente
Non si sa quando è stata data, ma alcune versioni parlano dell ‘anno 1898.
Per quanto riguarda il nome, Villoldo Irene (sorella del compositore) aveva detto il cantante Juan Carlos Marambio Catan che Choclo “era il soprannome di un personaggio, malevo e fioca che erano accampati nei dintorni di Lavalle y Junín e di cui il colore dei suoi capelli”.
Villoldo ha scritto due lettere, ma nessuno di loro apparve nella partitura pubblicata nel 1905
Negli anni ’30 ha adattato Marambio Catan un’altra lettera che è stata cantata da Angel Vargas
Nel 1947 Enrique Santos Discépolo scrive la strofa finale.
Con questa nuova lettera è stata rilasciata da Libertad Lamarque nel film messicano “Gran Casinò” diretto da Luis Buñuel
Uno dei più noti è la versione cantata da Tita Merello

Sono stato lì…..

Publicado: Lunes, 21 junio, 2010 de normagomeztomasi en Italiano, Más enlaces
Etiquetas:,

parte del desfile en la que se celebrava el tango

Inizierò spiegando che so che un blog dovrebbe essere flessibile, dinamica, breve, immediata, e di conseguenza quasi liquido.
Credo che tutta la comunicazione deve essere responsabile, riflessiva, forte per sopportare ed espandere e far crescere lo che partecipa al dibattito (come vorrei che alcuni sono catturati in esso!). Questo non vuol dire essere noioso o pesante e mi scuso in anticipo se non posso divertire un po ‘, ma che sarà sicuramente la mancanza di simpatia grande che può bloccare la mia personalita.

E ACA VOY …

Dopo aver trascorso alcuni giorni di celebrazioni per il bicentenario, l’eccitazione continua, ma avevo bisogno di tempo per la riflessione
Sono stato uno degli 8 milioni che viaggiava attraverso quella che fu chiamata la “Strada dall Bicentenario” , ma anche per la nostra Plaza de Mayo e le strade e viali tra Callao e Plaza de Mayo, e tra Corrientes e Independencia erano piene di persone che si spostano da un un luogo all’altro a vivere questa festa.
Mi sentivo come un granello piccolo, ma importante.

… La sabbia è un pugno
Ma ci sono montagne di sabbia
(Atahualpa Yupanqui – El payador perseguido)

E ‘difficile esprimere cosa si prova tante voci insieme a cantare l’inno o la Marcia di San Lorenzo, ma anche il buon compleanno è stato come a cantare per loro o per loro stessi. Stavamo festeggiando. E ‘stato il nostro compleanno

E a sentire persone che cantano le parti di canzoni che ha cantato Il Olimareños come “Milonga del tiro” e “Gallo nero, gallo rosso”.
Naturalmente anche cantiamo con Soledad Pastorutti e Fito Paez e Susana Rinaldi e altri artisti. Ma l’accento su questi due temi é perché hanno un grande significato e perché da tempo non ho sentito. Erano persone molto giovani che cantavano queste canzoni e, sono d’accordo con Eduardo Aliverti, anch’io sarò una persona triste degli anni Settanta ma qualche cosa ha tornato….

Sono stato 4 giorni (perso solo 1) ed è stato sempre lo stesso clima: PARTECIPARE.
E anche se si può fare più letture, scelgo la seguente:
• La partecipazione è stata felice, ma in nessun modo ingenuo e innocuo. Ci sono stati vari pensieri e anche scambio di opinioni e dibattiti politici (Sono stato testimone di alcuni) ma nel senso di scambio di opinioni e pensieri e non di combattimento.
• Nulla cambia per alcune festività…o sí. Credo che per molti è stato un punto di svolta per ripensare le idee, visioni, posizioni
• Chi ha organizzato un incontro per più di 10 persone sa lo sforzo e il lavoro che intende organizzare queste feste con la partecipazione di migliaia di artisti e immagino l’emozione di loro fino al punto di pubblico e partecipanti vivándolos (Ernesto e io abbiamo avuto l’opportunità di esibirsi davanti a un pubblico di circa 200.000 persone -10% – e questo mi permette la mia hipótesis). Mi punta il mio cappello a tutti coloro che in un modo o nell’altro coinvolti in questa organizzazione
• Sfilate, e soprattutto la chiusura da parte del grupo Fuerza Bruta, sono stati scioccanti (ho perso quello che è successo alle proiezioni e gli eventi in Plaza de Mayo e Teatro Colón – non si può essere presente ovunque) ma io salvare il filo di tutti loro che penso fosse la cosa giusta:

 Si è onorato e celebrato uomini di ieri e di oggi.
 Si ha rivalutato le popolazioni indigene, gli immigrati europei, ma anche altre parti del mondo, soprattutto latino-americani
 si ha restituito la visione di unità latinoamericana
l’integrazione è resa visibile: non solo la nazionalità, ma di diverse religioni e manifestazioni di genere e l’inclusione del gruppo che rappresentavano gli omosessuali nella “Sfilata di integrazione. Ma anche perché potevano partecipare alla festa che non ha mai fare come la gente che sono per la strada e che erano ovviamente visualizzati da coloro che vogliono vederli.
I brani storico scelti ci ha detto circa la partecipazione e l’azione del popolo, il sacrificio e il dolere di tale partecipazione, ma anche della memoria, della speranza, la creatività e la gioia. Penso che tutti i rivoluzionari e progressisti è seriamente ottimista, allegra, cantare, ballare ed è felicemente responsabile per le decisioni e le azioni che assume
 Accolgo con favore tutte le scene ma ho intenzione di stare con uno che non ha ricevuto ulteriore commento: il penultimo, l’aula, i bambini, la generazione che darà vita ai nonni della generazione del tricentenario (Ho superato un sacco … non credo). I riferimenti nei media stava parlando di un pallone, ma ho visto come un uovo che dà vita agli animali ed esseri umani (alcune uova esterni come i polli e altri interni o zigote come gli umani) E in essa, insieme con i bambini, insegnanti e ricercatori nei loro compiti, una frase che si accende e si spegne continuamente e più visto, letto e applaudito:

“Siamo stati in grado, si può”

So che queste sono solo gesti e devono essere trasformati in azioni, un compito che appartiene a tutti noi dal ruolo di ciascuno gioca.
Per parafrasare una cosa una volta ho letto e sono in debito con l’autore, perché non è quello che è:

“Guarda i tuoi pensieri perché diventano gesti;
Guarda i tuoi gesti, perché diventano parole;
Guarda le tue parole diventano per azioni;
Guarda le vostre azioni perché diventano abitudini;
Guarda le tue abitudini, perché si trasformano in pensieri e ideologia ”
Circulo chiuso.

Questo è scritto a titolo personale, conozco che Ernesto coincide con alcune cose, ma sará lui che dichiara la sua partita e la grandezza della stessa

Per il momento, di continuare a celebrare il 200 ° anniversario meritato, guardando il bicchiere pieno che abbiamo nelle mani e non i bicchieri vuoti nel lavandino

¡SALUD!

ps merita di leggere: “Il giorno della Rosetta” – Eduardo Aliverti – Pagina 12 – 31/05/2010
articolo dal semiologo Raul Barrientos – Pagina 12 a 2010/05/26
Lettera e quelle di Fito Paez.

2010

Publicado: Lunes, 28 diciembre, 2009 de normagomeztomasi en Italiano
Etiquetas:, ,

Se entro il 2010, siamo in grado di acquisire la chiarezza, la maturità, la solidarietà, la cooperazione, la visione pluralistica, la forza dello spirito …
Se, inoltre, ci consente di aggiungere dose significativa di gioia, creatività, un po ‘follia nel vento …
Se ci spinge a scoprire che si può pensare in modo diverso ai sistemi che si sono stabiliti e le strutture ed i messaggi dei media …
Se riteniamo che Pachamama è presente e vive per sempre, ma che ha bisogno della nostra attenzione e l’impegno …
Se abbiamo capito che possiamo essere avanguardia solo perché le nostre radici sono forti …
Poi i desideri di speranza, di felicità, buona fortuna, che si rinnova ogni anno, iniziano a comparire per un modo interessante e intensa.
Vi auguriamo che questo nuovo periodo dà loro forza, e la ribellione di realizzare il lavoro

Felice 2010 e successivi